The Dark Knight Rises – Il cavaliere oscuro-Il ritorno

The Dark Knight Rises

Ultimo, appassionante e avvincente capitolo della trilogia di Batman, diretta da Christopher Nolan, The Dark Knight Rises è davvero un film riuscito, il tassello mancante ai due film precedenti, dove il percorso di crescita dell’uomo tormentato Bruce Wayne trova finalmente equilibrio e dove l’eroe oscuro diventa finalmente simbolo vero e riconosciuto di una città sempre ad un passo dal baratro.
La storia parte otto anni dopo la chiusura del secondo capitolo: il procuratore Dent è acclamato come eroe, il suo decreto è strumento di giustizia estrema, il commissario Gordon è divenuto capo della polizia e Batman é sparito, infatti Bruce Wayne vive una vita reclusa e con un grande senso di perdita dell’amata Rachel.
L’eroe sembra quindi decaduto, senza motivazione. Invece due fattori lo inducono a tornare: l’arrivo nella vita di Wayne di Catwomen, alias Selina Kyle, e la minaccia incombente di un nuovo cattivo, Bane, discepolo scomunicato della setta delle ombre, sconfitta da Batman nel primo episodio.
Batman ritorna, ma le sue motivazioni, il suo atteggiamento sembra sbagliato, lo stesso Alfred, complice e amico fedele delle sue avventure, cerca inutilmente di far riflettere Wayne: al primo scontro con Bane, la sconfitta è bruciante e Batman viene spedito in una prigione ai confini del mondo.
A questo punto Wayne sembra tornato al punto di partenza, quando veniva addestrato dal capo della setta delle ombre,  Ra’s al Ghulgul ed era alla ricerca della forza giusta per diventare un giustiziere. Il percorso di risalita sembra simile, ma porta ad una conclusione diversa: è la paura stessa l’origine della vera forza.

Ecco quindi che l’eroe risorge con nuova forza, nuova determinazione e un nuovo atteggiamento, questa volta vittorioso: Batman ritorna a Gotham, guida la rivolta con Bane e il suo stato marziale, riceve una sorpresa quando scopre chi è davvero il suo vero nemico, ma vince, pur apparentemente sacrificando la sua stessa vita.

Tutto il film, della durata di tre ore, scorre via senza annoiare, interessa con la sua trama e i suoi intrecci senza mai perdersi. La storia è correttamente legata sia al primo che al secondo episodio, ma il tono è finalmente diverso: l’eroe è all’epilogo, trova il suo equilibrio, il suo perchè e il suo obiettivo di vita.

Una nota di merito a Christian Bale che ha saputo rendere sia la sofferenza che l’intelligenza del personaggio, fino a portarlo ad un finale del tutto inaspettato. Da lodare per aver interpretato finalmente la miglior Catwomen degli ultimi vent’anni, Anne Hathaway, che dimostra che non è solo un’attrice da commedia ma che sa dare molto di più.

Inoltre sono da citare le ottime spalle di Batman, il maggiordomo Alfred, un Michael Caine ovviamente superbo e sofferente; il signor Fox, un Morgan Freeman sempre valido; e, infine, Gary Oldman, il commissario Gordon, la legge per eccellenza che crede in Batman e non lo lascerà mai.

Ed infine ecco apparire, in conclusione del film, John Blake, un ex poliziotto, un Robin inaspettato, in attesa di un nuovo Batman, poiché  Gotham da sola non può esistere.

Annunci

3 pensieri su “The Dark Knight Rises – Il cavaliere oscuro-Il ritorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...