Invictus

Dai film attuali ad uno che ha qualche anno, ma che merita una nota perché è davvero bello e significativo. Il film di cui parlo è “Invictus“, film di Clint Eastwood, con Morgan Freeman nei panni di Nelson Mandela  e Matt Damon, che interpreta il capitano della squadra di rugby sudafricana François Pienaar.

La storia è ambientata in Sudafrica, Mandela è appena divenuto presidente, ma tutto è da ricostruire, in primis i cittadini di un paese da sempre diviso e in lotta tra bianchi e neri. Ma Madiba, come lo chiamano rispettosamente i suoi più stretti collaboratori, non intende demordere.

Simbolo di questa spaccatura diventa la nazionale di rugby degli Springboks, simbolo dell’orgoglio afrikaner e detestata dai neri, che proprio in seguito alla caduta del regime dell’apartheid viene riammessa nelle competizioni internazionali dopo circa un decennio.

In vista della Coppa del Mondo del 1995, ospitata proprio dal Sudafrica, Mandela fa in modo di rendere più forte, più unita e più benvoluta la squadra, con la speranza che una eventuale vittoria contribuisca a rafforzare l’orgoglio nazionale e lo spirito di unità del paese. In particolare, entra in contatto con il capitano François Pienaar, facendogli capire l’importanza politica della incombente competizione sportiva. Questa frequentazione fra Pienaar e Mandela dà inizio a una serie di eventi che rafforzano il morale degli Springboks (reduci da un lungo periodo di sconfitte) e li conducono fino a una insperata vittoria in finale contro i temibili All Blacks. Il successo della nazionale diventa simbolo della grandezza della neonata “Rainbow Nation”. La vittoria degli Springboks ha significato molto per il Sudafrica perché ha riavvicinato la popolazione nera con la popolazione bianca.

Non è un film con effetti speciali, l’effetto speciale che troviamo è la figura di Nelson Mandela (e in un totalmente mimetico Morgan Freeman) una sorta di supporto storico. Ciò che la sceneggiatura di Eastwood racconta non è frutto della fantasia, ma trae origine dai fatti narrati nel libro di John Carlin “Playing the Enemy: Nelson Mandela and the Game That Made a Nation”. 

Clint Eastwood ne ha trae un film assolutamente classico sia per quanto riguarda lo stile visivo sia per quanto attiene ai due generi consolidati (biografia e cinema e sport) a cui fa riferimento. E’ palpabile la profonda ammirazione per Mandela con la consapevolezza che è pur sempre un uomo con pregi e difetti, un uomo che ha passato in prigione trent’anni della sua vita, ha imparato una poesia per resistere ai momenti bui. Ma è stato un uomo in grado di dare motivazione ha una squadra e una nazione, per vincere sia un premio che i rispettivi pregiudizi tra bianchi e neri.

Invictus è un film che colpisce ma senza lasciare quel senso di buonismo, ricordando magari come in Sudafrica i problemi non siano tuttora completamente risolti. Tuttavia ci dimostra come lo sport, l’unione, i sogni portano a migliorare, a vincere i periodi più bui, a credere nel futuro.

Poesia Invictus di William Ernest Henley

Dal profondo della notte che mi avvolge,
Buio come un pozzo senza uscita,
Ringrazio qualsiasi dio esista
Per la mia anima invincibile.

Nella feroce stretta delle circostanze
Non ho sussultato né ho gridato forte
Sotto i colpi d’ascia della sorte
Il mio capo è sanguinante, ma indomito.

Oltre questo luogo d’ira e di lacrime
Si profila il solo Orrore delle ombre
E ancora la minaccia degli anni
Mi trova, e mi troverà, senza paura.

Non importa quanto stretto è il passaggio,
Quanti castighi dovrò ancora sopportare,
Io sono il padrone del mio destino:
Io sono il capitano della mia anima

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...