The Wolf of Wall Street


TheWolfofWallStreet_iTunesPre-sale_1400x2100
Iniziamo il ciclo corsa agli Oscar 2014 con The Wolf of Wall Street.

The Wolf of Wall Street è un film diretto e prodotto da Martin Scorsese, con protagonista Leonardo Di Caprio, anche produttore, nei panni di Jordan Belfort, uno dei broker di maggior successo nella storia di Wall Street. La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’omonimo libro autobiografico scritto dallo stesso Belfort.

La storia narra di Jordan Belfort, un broker cocainomane e nevrotico nella New York degli anni Novanta. Assunto dalla L.F. Rothschild il 19 ottobre del 1987 e iniziato alla ‘masturbazione’ finanziaria da Mark Hanna, yuppie di successo col vizio della cocaina, è digerito e rigettato da Wall Street lo stesso giorno in seguito al collasso del mercato. Ambizioso e famelico, risale la china e fonda la Stratton Oakmont, agenzia di brokeraggio che rapidamente gli assicura fortuna, denaro, donne, amici, nemici e (tanta) droga. Separato dalla prima moglie, troppo rigorista per reggere gli eccessi del consorte, Jordan corteggia e sposa in seconde nozze la bella Naomi, che non tarda a regalare due eredi al suo regno poggiato sull’estorsione criminale dell’alta finanza e la ricerca sfrenata del piacere. Ma ogni onda cavalcata ha il suo punto di rottura. Perduti moglie e amici , Jordan si infrangerà contro se stesso, l’inchiesta dell’FBI e la dipendenza da una vita ‘tagliata’ con cocaina e morfina. Alla fine diventerà un formatore motivazionale, ruolo che gli è sempre riuscito benissimo.

Onestamente ho pensato e ripensato al perché un regista come Scorsese avesse girato wolf-wall-street-289231un film basato sulla biografia di un uomo d’affari come Belfort, poi ho concluso che la sua intenzione è quella di portare sullo schermo la sensazione di onnipotenza che i soldi possono dare, il meccanismo economico finanziario dei soldi facili e l’eccesso e i ritmi pazzeschi a cui una vita del genere possono portare, insomma una perfetta resa della società di trent’anni fa. The Wolf of Wall Street è una commedia nera e senza nessuna redenzione dove un grande regista racconta la finanza e il mondo di Wall Street e l’avidità sconfinata, incurante e arrogante di un giovane yuppie. Anche se il film è un po’ lungo e ci sono delle scene ripetute e un po’ noiose, la narrazione è rapida e vorticosa e attraversa l’universo degli operatori finanziari, un regno delirante e fuori controllo che fa fortuna a colpi di bluff e di transizioni più o meno legali. Una pellicola che ricostruisce il mondo degli anni ’80, già descritti perfettamente dal Gordon Gekko di Wall Street, e perfettamente resi anche in questa pellicola di immagini edonistiche, spregiudicate e senza alcuna morale.

the-wolf-of-wall-street-official-extended-trailer-0Prima nota di merito va a Leonardo Di Caprio, perfetto e magnifico in questo ruolo di eccesso, che interpreta in modo unico, un buffone corruttibile e corrotto, ma anche un uomo paralizzato dall’abuso di una sostanza chimica, costretto a strisciare fino alla sua vettura, impossibile da redimere , un personaggio che quando cade, non ha che un’idea nella testa: ricominciare.

Altra nota di merito va a Jonah Hill, spalla di Di Caprio e interprete del socio di img7Belfort, Donnie Azoff, suo compagno di baldoria e avventura, un amico non del tutto onesto, a cui l’attore ha regalato lo spessore giusto per far capire che nel mondo senza scrupoli della finanza non esistono amici e valori.

In conclusione The Wolf of Wall Street è un  bel film, ben girato e ottimamente interpretato, ma manca qualcosa: un’ipotesi plausibile potrebbe prevedere che l’amaro in bocca che lascia la pellicola sia solo frutto del viaggio nell’avidità, ci si è anche divertiti, ma una volta scesi rimane quel senso di vuoto che non riesce a saziare l’appetito dello spettatore. Ma se così fosse, Scorsese avrebbe interpretato in pieno la storia di Belfort, chi ha detto che un bel film deve avere per forza un finale con morale?


Contatore utenti connessi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...