Tempo di vacanze: vediamo dove ci porta il Cinema

E’ tempo di vacanze: se chiedete ad un bambino, ma anche ad un adulto, dove vorrebbe andare in vacanza, vi proporrebbe sicuramente un luogo che ha visto in TV o al cinema.

Questo perchè l’immaginario collettivo crea intorno a quel particolare luogo una notorietà incredibile: due location che mi vengono in mente al volo sono Vigata e la spiaggia di Marinella, note agli amanti di Montalbano, e la cittadina di Castellabate, ambientazione dello spassoso film ‘Benvenuti al Sud‘.
Nel presente prendiamo l’esempio di “Frozen”, l’ultimo successo della Disney,vincitore di un Oscar, che sta portando tanti verso un viaggio in Norvegia, tra fiordi e natura selvaggia. Difatti i dati stimati degli ultimi mesi ci dicono che le ricerche dei voli per la Norvegia siano salite del 153% e solo nel primo quadrimestre del 2014 le prenotazioni alberghiere sono aumentate del 37%. La  stessa Innovation Norway, agenzia che si occupa di promuovere la Norvegia, ha addirittura collaborato con la Walt Disney Company per realizzare spot e seminari sul territorio statunitense per promuovere il turismo nella terra di Frozen.

Il film “Lo Squalo” causò un boom del turismo a Martha’s Vineyard (la location in cui era stato girato), ma il suo impatto fu molto inferiore perché la pellicola uscì solo in 465 sale, contro le 10.000, per esempio, del “Signore degli Anelli” e senza internet e  i social media, che sono una vera e proprio cassa di risonanza, basti pensare alla notorietà raggiunta dalla Nuova Zelanda dopo la trilogia girata da Jackson in quelle terre; oppure dalla Irlanda del Nord, dove è girato il famoso sceneggiato “Il Trono di Spade” e che inoltre avuto il merito di cancellare dalla memoria collettiva l’immagine negativa che l’Irlanda del Nord aveva in passato a causa dei frequenti attacchi terroristici. Ora è diventata “Westeros”, la nazione dei re, dei draghi, e di pericolose donne dai capelli rossi.

abdbraveStesso discorso per un altro film d’animazione,“Brave”, il fortunato film della Pixar, ambientato in Scozia: in questo caso la direttrice del turismo del cinema presso VisitScotland, Jenni Steele, ha espresso una chiara opinione secondo cui grazie ai social media, la fascinazione di alcuni luoghi possa protrarsi nel tempo, per esempio postando online foto “dietro le quinte” delle location dei film. Difatti il turismo scozzese ha conosciuto una seconda giovinezza grazie a questo rilancio, e sono fiorite anche circa 1000 attività collaterali legate alla pellicola.

Ovviamente, per essere almeno un po’ campanilisti, la vittoria agli Oscar de La Grande Bellezza fa sì che Roma attenda 40 milioni di turisti nel 2014 e un +15% da export di wine & food. Difatti, analizzando i tweet di tutto il mondo, alcuni ricercatori riescono a dirci che Roma risulta molto gettonata per gli itinerari enogastronomici. Inoltre, sempre dalle conversazioni online,  i giudizi positivi riguardano per lo più la bellezza di Roma e le location del film premio Oscar: il luogo più citato è l’immagine senza tempoPiazza_navona_rome della Fontana di Trevi (protagonista anche de La Dolce Vita), subito dopo il Campidoglio, poi il Colosseo e la terrazza della casa del protagonista Jep Gambardella. Al quarto posto tra i luoghi della Grande Bellezza più twittati si trova San Pietro, citato in relazione alla magica vista della serratura del cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta, mentre al quinto posto c’è un altro luogo emblematico della pellicola, il Fontanone del Gianicolo.

Magari per uscire da questo periodo statico ed economicamente negativo, dovremmo seguire la soluzione di staccarsi dai beni di consumo, e puntare invece sulle eccellenze che da sempre caratterizzano il nostro bel Paese: musei, biblioteche, siti archeologici, architettura e artigianato. Infatti, secondo lo studio “Io sono cultura” ogni euro prodotto dal settore ne stimola 1,67 in altri ambiti economici. Inoltre, stando alle analisi, il settore culturale muove 214 miliardi di euro, ovvero il 15.3% del valore aggiunto nazionale. Vedremo se questi esperti hanno ragione, intanto le ultime notizie ci dicono che Sorrentino sta girando La giovinezza: dopo alcune settimane in una località di montagna svizzera, il cannes-2013-la-grande-bellezza-5-motivi-per-vederlo_h_partbcast si è appena trasferito, armi e bagagli, a Venezia, dove si stanno girando le scene di notte in alcune zone meno turistiche della città lagunare, che  spera ardentemente di essere miracolata sul grande schermo come il regista ha già fatto  con la capitale. Invece il amico/rivale Garrone sta girando in Puglia Lo cunto de li cunti: il set faraonico (circa 80 persone) si è appena trasferito dallo splendido Castel del Monte, verso un altro castello pugliese, quello di Gioia del Colle, per poi proseguire, a fine settimana, al villaggio Petruscio a Mottola ed alla masseria Accetta Grande a Statte.  Dieci giorni fa il regista aveva girato ad Ariccia e prima ancora in Sicilia, vicino Siracusa.  Le riprese dureranno circa quattro mesi, interessando diverse regioni d’Italia, mostrando paesaggi misteriosi e luoghi tuttora segreti, fra castelli, ville e giardini ancora sconosciuti.

Insomma, grazie ai nostri registi, finalmente il mondo sta riscoprendo anche la grande bellezza dell’Italia, era ora e tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...